Così risponde Edoardo Rixi ai cittadini

Categoria: 
Data pubblicazione: 
Martedì, 17 Aprile, 2012 (All day)

Il terzo incontro con i candidati sindaco è andato in onda venerdì 13 aprile u.s. Un Edoardo Rixi tirato a lucido, ha risposto per oltre due ore alle domande dei cittadini. Affatto condizionato dalle vicissitudini del suo partito, ha parlato dei suoi trascorsi politici con qualche cenno al suo privato. Nato a Sestri Ponente, ha vissuto a Pegli fino a due anni fa. Laurea in Economia e Commercio, ha maturato alcune esperienze lavorative a Milano.

Ci ha tenuto a ricordare la sua passione per la montagna e per le attività sportive in genere. Seguono le risposte di Edoardo Rixi ai  10 punti per i candidati Sindaco.

Se desideri vedere l'incontro visualizza i video. Nei video puoi anche ascoltare le risposte date da Edoardo Rixi alle domande dei cittadini

1) Tutela della Salute e Sicurezza

Il problema va risolto al tavolo tra Comune e Porto. Bisogna favorire lo sviluppo il porto ma non a danno dei cittadini. La proposta è quella di trattenere parte dell'extragettito fiscale sul territorio non solo per le infrastrutture ma anche per la riqualificazione del territorio: elettrificazione banchine, traffico, rumore, ecc. Ho depositato una proposta di legge per il federalismo portuale affinché l'extragettito fiscale del porto rimanga su Genova (quest'anno si parla di 150 milioni di euro). Ma devono essere i genovesi a firmare affinché questa legge possa essere discussa e votata in Parlamento (sono necessarie almeno 50.000 firme).

Vi ricordo che il sindaco è il responsabile della salute dei cittadini e quindi deve sorvegliare su questa con centraline, ecc.

Per migliorare la vivibilità di chi abita vicino al porto sono necessarie le risorse, e queste debbono venire dai guadagni del porto.

 

2) Progetti correlati ai POR / 3) Monitoraggio lavori POR

Deve esserci un controllo sui POR per capire se i soldi preventivati vengono usati per i lavori. Come sindaco la prima cosa che farò è quella di ingaggiare una società di revisione esterna per controllare il bilancio del Comune. Se ci saranno irregolarità, aprirò un'azione di responsabilità verso la vecchia giunta.

Voglio affrontare anche la trasparenza della Pubblica Amministrazione in materia di lavori pubblici. Farò in modo che i bandi di gara siano pubblici a tempo indeterminato. Resteranno pubbliche anche le ditte che hanno vinto gli appalti. Così saranno chiari i tempi di realizzo, le modalità contrattuali, ecc.

Riguardo la navebus, deve essere spostata vicino alla stazione, in modo da integrare il trasporto pubblico. È un mezzo che può essere anche un'attrattiva turistica. In una città di mare come Genova è doveroso dare al turista un mezzo pubblico sul mare. Secondo me dovrebbe essere estesa fino ad Arenzano. Ritengo che come servizio venga mantenuto.

Se si fanno pagare le imposte ai cittadini, ci devono essere servizi di qualità.

4) Area compresa tra il Palamare e l’Isola Ecologica

La Fascia di Rispetto deve avere una destinazione sicuramente sportiva e di riqualificazione di una delegazione che è stata stravolta. Bisogna al contempo aumentare la ricettività turistica in modo da riuscire ad accogliere i turisti che vorranno fruire di tale complesso. Le decisioni sul cosa fare devono essere prese insieme ai Praesi.

5) Associazione Pra’ Viva

argomento non trattato.

6) Alture e quartieri collinari

Il problema dei trasporti va affrontato in maniera prioritaria. Rivedere i costi di manutenzione, uniformare il parco mezzi, ottimizzare il personale affinché lavori meglio e permetta di ridurre gli incidenti. Per i quartieri collinari si può pensare a convenzioni del Comune con i taxi come mezzi integrativi del trasporto. Lo stesso discorso vale per la pubblica assistenza.

Anche la Gronda autostradale può aiutare la viabilità collinare: per procedere nel progetto della gronda, però, è necessario declassare l'autostrada nel tratto Voltri-Nervi a strada urbana con la possibilità di creare svincoli per collegare la viabilità comunale all'attuale autostrada, in modo da snellire il traffico sulla costa.

La zona rurale di Genova è molto ampia e molto importante. Probabilmente ci vorrebbe un'assessorato dedicato.

7) Fascia di Rispetto a Palmaro

In prospettiva la passeggiata dovrà iniziare a Pegli e finire a Voltri. Va creato un cuscinetto tra le attività portuali e la città.

Sono preoccupato sulla realizzazione della famosa "strada a mare" che collegherà Sampierdarena a Multedo. Non vorrei che il naturale proseguimento arrivi fino a Voltri, impedendo la riqualificazione della costa.

8) Riqualificazione area ex San Giorgio

argomento non trattato.

9) Semipedonalizzazione via Airaghi e via Sapello

Se i cittadini ed i commercianti sono favorevoli alla semipedonalizzazioni di queste vie, non vedo perché non si possa fare. Dovrò studiare ed approfondire i flussi di traffico per vedere se è effettivamente fattibile.

10) Porticciolo di Pegli

Non sono un fondamentalista in fatto d'ambiente, ma ritengo che, quel tratto di litorale, vada preservato. La salvaguardia del territorio deve essere una priorità. Non son contro il cemento: ad esempio il quartiere delle Lavatrici andrebbe ricostruito.

Il progetto del porticciolo deve essere condiviso con i cittadini. Non sono per le cementificazioni che consumano il territorio.

Come sindaco rivedrò il PUC. Sono necessari approfondimenti. Così com’è, il PUC favorirà la cementificazione.