Sabato 20 aprile 2013: Pra' si prepara a manifestare!

Categoria: 
Data pubblicazione: 
Mercoledì, 17 Aprile, 2013 (All day)
 

In attesa della grande manifestazione di sabato 20 aprile 2013, televisioni e web parlano dell'evento organizzato dai cittadini praesi per dire NO al progetto che il Comune vuole realizzare sul loro territorio.

Oltre alla notizia passata su Primocanale, vi riportiamo due notizie apparse su web.

 

Dal sito Genova Notizie:

Genova - Sabato 20 aprile 2013, dalle 15 in poi, con raduno in piazza Sciesa e poi, in bicicletta e a piedi, pacificamente sull'Aurelia per protestare contro lo scempio previsto si terrà una manifestazione a tutela della vivibilità e sicurezza e contro il progetto di Por in atto.

La manifestazione è promossa da Alemante Friends, Amici di Villa Fiammetta, Canottieri Voltri, CIV le Botteghe del Borgo, Comitato per Pra’, Comitato Genitori Istituto Comprensivo Pra’, PA Croce Verde Praese, Judo Prà, Legambiente, La Giostra della Fantasia, Polisportiva Pra’ Palmaro, GDS Regina Margherita. NO all’autostrada urbana in Prà. Comitati, Associazioni e liberi cittadini, senza alcun interesse partitico, dicono NO allo snaturamento del progetto di trasformazione del vecchio tracciato dell’Aurelia (P.O.R. di Pra’), dicono NO all’autostrada urbana, dicono NO alle quattro corsie.

Per far sentire la propria voce, Pra’ unita manifesterà sabato 20 aprile. Una scelta simile condannerebbe Prà, per sempre, a essere schiacciata dentro il suo centro storico verso una apertura verso la fascia di rispetto. Gli obiettivi del POR e il percorso partecipato fallito.

L’obiettivo del Por era recuperare l’Aurelia, trasformandola da viabilità ad alto scorrimento a ‘Parco Lungo’, uno spazio urbano funzionale alla vita quotidiana della delegazione. Il tutto attraverso un vero percorso partecipato.

Invece il comune ha snaturato completamente gli obiettivi decidendo il raddoppio dell’Aurelia, con la realizzazione di QUATTRO corsie a scorrimento veloce privilegiando esclusivamente la viabilità e dimenticandosi completamente della vivibilità e sicurezza.

I cittadini il mantenimento delle promesse fatte: chiedono che il progetto abbia come parte fondamentale la centralità del pedone. Le richieste dei cittadini sono state accompagnate da una raccolta di firme, che in sole 72 ore ha raccolto oltre 1.800 adesioni. Nessuno le ha considerate, sono state completamente ignorate. [...]

Leggi la notizia intera sul sito Genova Notizie

Dal sito Wherevent:

15 milioni di euro sono stati finanziati dall'Europa per riqualificare Pra', un quartiere sofferente e molto inquinato chiuso tra il porto container e l'autostrada.

"L'Obiettivo del programma P.O.R. era quello di attuare il recupero dell’Aurelia che, da viabilità ad alto scorrimento, dovesse divenire spazio urbano riconvertito a mix funzionale utile alla vita quotidiana della delegazione: la strada detta Parco Lungo, sarebbe dovuta diventare un giardino in se stessa mezzo di miglioramento della vivibilità, della sicurezza, dell’attrattività, dell’accessibilità e della coesione sociale” (tratto dal testo del Terzo Asse di intervento del P.O.R. Liguria 2007-2013).

Purtroppo quel progetto è irrealizzabile per problemi tecnici derivati dalla presenza dell'amianto naturale nel sedime ferroviario e dall'acquedotto troppo superficiale. Oggi il comune invece di adeguare il progetto alle nuove condizioni, ne ha snaturato completamente gli obiettivi e vuole costruire 4 corsie di scorrimento a 50km/h privilegiando esclusivamente la viabilità e dimenticandosi completamente della vivibilità, intento primario del P.O.R.

I cittadini vogliono una vera riqualificazione e il mantenimento delle promesse fatte: chiedono che il progetto abbia come parte fondamentale la centralità del pedone e il rispetto della sicurezza stradale, garantiti da attraversamenti pedonali rialzati, isole pedonali, restringimenti delle corsie, chicane, e tutti gli accorgimenti tecnici per moderare la velocità e incentivare i mezzi di trasporto alternativi; e non ultimo zona 30 sul sedime dell’attuale Aurelia con spostamento del traffico di passaggio ad almeno 15 metri dalle case. [---]

Leggi la notizia intera sul sito Wherevent